+39 055 6814309 info@affratellamento.it
Settembre 28, 2021
7:00 pm

NUOVO CORSO DI TEATRO
A CURA DI CATERINA FORNACIAI

“Adoro il teatro, là si può mentire senza sentirsi in colpa pensa un po’”

(Amleto, W.Shakespeare)


Caterina Fornaciai (attrice, regista e insegnante) diplomata alla scuola di recitazione del Teatro Nazionale di Genova assieme al suo collaboratore Matteo Menduni (truccatore, costumista e scenografo) propone un corso di teatro della durata di nove mesi (ottobre/giugno). 

  • Il corso si dividerà in due parti, la prima da ottobre a dicembre, sarà un’esperienza di orientamento verso l’arte della recitazione. Attraverso esercizi base di improvvisazione, recitazione, memoria, corpo libero e training esploreremo assieme le fondamenta del teatro. Arriveremo poi alla vera e propria “prova d’attore” attraverso il metodo Orazio Costa.
    Esercizi guidati poteranno l’allievo verso la scoperta del metodo e verso lo scopo finale dello stesso: l’unione tra parola e azione, in poche parole la recitazione.
  • Da gennaio e per tutta la seconda parte del corso fino a giugno si affronterà con il gruppo una vera e propria esperienza di compagnia, ovvero la messa in scena di un testo teatrale verso la creazione di un vero e proprio spettacolo finale. E dico spettacolo perché sarà una vera esperienza professionale nel mondo del teatro.
     ll corso è rivolto ad aspiranti attori e non, perché il teatro fa bene a sè stessi e agli altri. Per conoscersi, per mettersi alla prova, e soprattutto per divertirsi.

L’associazione culturale Teatro Artigianale si occupa da anni della diffusione sul territorio di corsi di recitazione per adulti e ragazzi, produzioni teatrali e insegnamento all’interno delle scuole medie superiori.

Caterina Fornaciai, classe ‘85 è un’attrice diplomata al Teatro stabile di Genova; lavora in teatro e nel cinema da oltre quindici anni, e ha collaborato con importanti attori e registi. Fra i suoi lavori più significativi nel mondo del cinema: ‘Miele’ (2013) diretto da Valeria Golino, ‘Ti ricordi di me?’ (2014) diretto da Rolando Ravello, ‘Pasolini’ (2015) diretto da Abel Ferrara. In teatro ha collaborato con diversi registi e teatri nazionali, tra cui il Teatro Metastasio di Prato con ‘Cani morti’ di Jon Fosse (2019) con la regia di Carmelo Alù. Dal 2015 tiene diversi corsi di recitazione per adulti (Associazione culturale l’Appartamento) e collabora con diversi licei fiorentini nell’ambito dei laboratori teatrali per ragazzi (Liceo Classico Machiavelli)

Matteo Menduni, classe ’77 fiorentino di adozione. Artista poliedrico, appassionato di pittura, moda danza e teatro collabora da 7 anni con Caterina Fornaciai come assistente alla regia, occupandosi dei costumi di scena, make-up e scenografie.

Ass. cult. TEATRO ARTIGIANALE (C.V.)

L’associazione culturale Teatro Artigianale si occupa da anni della diffusione sul territorio di corsi di recitazione per adulti e ragazzi, produzioni teatrali e insegnamento all’interno delle scuole medie superiori. Da un anno collabora con l’associazione culturale Limonaia di Villa Strozzi per la messa in scena di spettacoli e corsi di recitazione all’interno del grande Anfiteatro, nella stagione estiva. Qualche accenno sugli insegnanti:

Caterina Fornaciai, classe ‘85 è un’attrice diplomata al Teatro stabile di Genova; lavora in teatro e nel cinema da oltre quindici anni, e ha collaborato con importanti attori e registi. Fra i suoi lavori più significativi nel mondo del cinema: ‘Miele’ (2013) diretto da Valeria Golino, ‘Ti ricordi di me?’ (2014) diretto da Rolando Ravello, ‘Pasolini’ (2015) diretto da Abel Ferrara. In teatro ha collaborato con diversi registi e teatri nazionali, tra cui il Teatro Metastasio di Prato con ‘Cani morti’ di Jon Fosse (2019) con la regia di Carmelo Alù. Dal 2015 tiene diversi corsi di recitazione per adulti (Associazione culturale l’Appartamento) e collabora con diversi licei fiorentini nell’ambito dei laboratori teatrali per ragazzi (Liceo Classico Machiavelli)

Matteo Menduni, classe ’77 fiorentino di adozione. Artista poliedrico, appassionato di pittura, moda danza e teatro collabora da 7 anni con Caterina Fornaciai come assistente alla regia, occupandosi dei costumi di scena, make-up e scenografie. E ’tuttora attivo nella produzione di diversi spettacoli di teatro di prosa e teatro in musica. Ugo Benini (associato nell’albo soci) classe ‘89 è un attore con formazione internazionale, frequenta il Conservatoire National supérieur d’Art Dramatique de Paris, il Susan Batson Studio a New York, il Teatro Laboratorio Toscana diretto da Federico Tiezzi. Le sue esperienze spaziano al cinema con “La città ideale” di Luigi Lo Cascio, la televisione e nel web nella celebre serie “vampires” vincitrice con la miglior regia al festival di Los Angeles. Viene eletto come miglior attore da Teatro Critica nel 2014. Lavora in ambito romano e fiorentino con registi come Marco Calvani, Simone Giustinelli, Dante Antonelli, Nicola Ragone, Riccardo Massai ecc. Dall’inverno 2019 comincia la sua collaborazione con Teatro Artigianale realizzando il monologo “L’Ultimo giorno di un condannato” di Victor Hugo e la riscrittura de “Le Baccanti” di Euripide.

CRONOLOGIA DELGI SPETTACOLI

Dal 2016 gli spettacoli che sono stati messi in scena sono: “Amleto” una riduzione della tragedia shakespeariana andato in scena per 5 sere nel giugno 2015 all’associazione culturale l’Appartamento.

“Sogno di una notte di mezza estate” una riduzione della famosa commedia andata in scena nel giugno 2017 per 5 sere all’associazione culturale l’Appartamento.

“Don Giovanni in un atto“ andato in scena la prima settimana di giugno 2018 con quattro repliche all’Associazione culturale l’Appartamento. Una riduzione del Don Giovanni e il convitto di pietra di Moliere, scritta in un solo atto con i personaggi essenziali della piecè.

“Randevou” tratto dalla “Ronde” di A. Schnitzler; messo in scena la prima settimana di giugno 2019 con quattro repliche. Tratto dal famoso testo e riadattato per gli studenti del corso di recitazione dell’Associazione culturale l’Appartamento.

“Mistero buffo a modo nostro” Un rifacimento in dialetto toscano del famoso testo di Dario Fo, andato in scena al teatro delle Cascine del Riccio domenica 8 dicembre 2019. “Antigone” un riadattamento della tragedia di Sofocle andato in scena con gli studenti del liceo Machiavelli il 14 luglio 2020 all’anfiteatro della Limonaia di Villa Strozzi, con successiva replica il 22 settembre dello stesso anno al Teatro Romano di Fiesole.

“Il Club” un testo totalmente al femminile composto da testi di diversi autori contemporanei e no, andato in scena il 21 luglio 2020 all’Anfiteatro della Limonaia di Villa Strozzi, replicato il 14 settembre dello stesso anno all’associazione culturale L’”Appartamento”.

“Hamlet” la tragica vicenda del principe di Danimarca accompagnata dalla musica del Sax Della Fisarmonica, andata in scena il 28 Luglio 2020 nell’Anfiteatro della Limonaia di villa Strozzi. “San Precario” Dal libro C’era una svolta di martino Ferro, un riadattamento in chiave moderna delle storiche novelle calviniane, accompagnato dal Saxofono e dalla Fisarmonica, andato in scena il 18 settembre 2020 nell’arena estiva del Circolo 25 Aprile.

“Tango & Neruda” Le più belle poesie d’amore del poeta cileno accompagnate dal Saxofono e dalla Fisarmonica con i loro bellissimi tanghi. Lo spettacolo è andato in scena il 30 settembre 2020 all’interno delle cappelle medicee di Castello. “Odissea” Il viaggio di Ulisse accompagnato dal Saxofono e dall’Arpa Celtica, andato in scena durante la rassegna “Inverno fiorentino 2020”, disponibile on-line sulla piattaforma You Tube.

“Prometeo Imprigionato” (con autori contemporanei come Lowell, McCarthy, Pavese, Ritsos) si svilupperà attorno al tema della prigionia e degli effetti che la tecnologia ha portato nel genere umano.  

“Amleto” (Shakespeare, regia C. Fornaciai) Nove attori, attraverso un particolare uso della scenografia (dieci cubi di metallo) faranno rivivere l’umana tragedia del principe Amleto, in tutta la sua epicità e bellezza.

“Don Giovanni” (Molierè, regia C. Fornaciai) Il moderno eroe ateo Don Giovanni per sfuggire alla tradita donna Elvira, andrà incontro alla dannazione eterna. Una schiera di donne si risveglierà dopo la sua morte per eseguire sette monologhi tratti dalla contemporanea inglese Sarah Kane e il suo splendido “4.48 Psychosis”. 

“Scherzi scenici” (Checov, regia C. Fornaciai) Dedicato interamente agli atti unici di A.Cechov, (“l’Orso”,“Una domanda di matrimonio”), risate e lacrime in una Russia ormai dimenticata che ricorda molto la nostra Italia degli anni 50’.

“L’importanza di chiamarsi Ernesto” (Wilde, regia C. Fornaciai) il meraviglioso testo inglese portato in scena da sette attori, non mancheranno humor e risate nei tantissimi cambi di ruolo.

.


OGNI MARTEDÌ DALLE ORE 19

Presentazione gratuita ► Martedì 28 settembre 2021

TEATRO AFFRATELLAMENTO
Via Giampaolo Orsini, 73 – Firenze

Informazioni per partecipare e per iscrizioni*

 +39 324 0403493 / teatroartigianale@gmail.com

* Richiesto Green PASS e sarà garantito il distanziamento, come da normativa vigente

S❤️STieni il Teatro Affratellamento. VI ASPETTIAMO!

Restate in contatto per i prossimi aggiornamenti, diffondete la newsletter, iscrivetevi ai canali social e attivate la campanella (🔔)!