+39 055 6814309 info@affratellamento.it
gennaio 25, 2015
4:30 pm

Calderón

di Pier Paolo Pasolini

al Teatro delle Spiagge e al Teatro l’Affratellamento

23 e 25 gennaio 2015

Calderon-grande

A quasi cinquant’anni dalle contestazioni del ’68, il testo di Pasolini ci mostra una visione lungimirante della società che pochi intellettuali e scrittori sono stati capaci di elaborare.
Tre sogni (o realtà?) successivi, tre ambienti: aristocratico, proletario, borghese. Una ragazza, una donna, una madre, Rosaura appunto, tenta ogni volta sognando di sottrarsi al clima soffocante, al codice oppressivo secondo cui è costretta a vivere. L’amore impossibile, l’amore “diverso” è il vettore della fuga, ogni volta frustrato e interrotto dall’insorgere delle insormontabili barriere del proprio status.

Nel primo sogno Rosaura si innamora di un rivoluzionario ed ex amante della madre. Nel secondo, nei panni di una prostituta, è gonfia di passione per un giovinetto di famiglia ricca. Nel terzo è una moglie rassegnata che non sogna ormai più ma cade periodicamente in preda a uno stato di delirio da malata, innamorandosi senza speranza di un ribelle che verrà arrestato.

Il potere, impersonato dalla figura di Basilio, è sempre presente anche se agisce il meno possibile: lo stretto necessario affinché il dramma si compia e la trasformazione della società avvenga senza che nulla cambi.

Venerdì 23 Gennaio alle 21.00 – Teatro delle Spiagge

Domenica 25 Gennaio alle 16.30 – Teatro l’Affratellamento

Calderón di Pier Paolo Pasolini

Ideazione e regia di Paolo Papini
Musiche orignali di Marco Fontana
Progetto Luci di Leonardo Torrini
Chitarra e voce Marco Fontana
Violoncello Elettra Gallini

Con Manuela Acquisti, Alice Capozza, Francesco Cappelli, Federica Fani, Francesca Giuliani, Paolo Papini e Alissa Zavanella

info e prenotazioni 3393318580, teatroo@teatroo.it

calderon-2-600x445