+39 055 6814309 info@affratellamento.it
febbraio 15, 2019
9:00 pm

Toscanar Cantando

Luigi Gagliardi • voce, narrazione e chitarra

Francesca Taranto • voce e basso

“La casina rosa” dipinto di Enrico Guerrini 

progetto ideato da Luigi Gagliardi

Toscanar Cantando prende il nome, quasi come parodia, dal Recitar Cantando, lo stile che si diffonde nel 1500 ad opera della Camerata de’ Bardi e del suo teorico musicale Vincenzo Galilei, liutista, compositore, e padre di Galileo, da cui poi si svilupperà il melodramma e l’opera lirica.

Spettacolo musicale ma non solo che percorre le vie della musica in Toscana, dal Medioevo ad oggi, avvalendosi anche di proiezioni iconografiche e di lettura di testi.
Un racconto musicale e non solo dove attorno ai brani musicali ruotano le storie degli interpreti, degli autori delle musiche e dei testi e dell’ambiente storico dove le canzoni nascono e iniziano a diffondersi.
Un viaggio attraverso la musica popolare (di anonimi) e quella colta di autori come Lorenzo de Medici, Poliziano, Francesco Landini, Odoardo Spadaro… e anche di musicisti che dalla Toscana o da Firenze sono transitati portando il loro contributo artistico.

Venerdì 15 Febbraio 2019, ore 21:00

INFORMAZIONI
gagliardilui@gmail.com 


Inizia gli studi di basso elettrico nel 1990 con Franco Nesti e Raffaello Pareti, ha frequentato seminari e stage jazzistici con Paolino Dalla Porta, Massimo Moriconi, Franco D’Andrea, Paolo Birro, Maurizio Giammarco ed altri . Nel 2017 consegue col massimo dei voti il Diploma di primo livello in Contrabbasso Jazz presso il Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze. Ha lavorato a lungo con molti esponenti della scena jazz fiorentina, ma ha suonato, sia in Italia che all’estero, anche funk, rock, blues, musica latina con una lunga serie di formazioni tra cui Les Italiens e Camillocromo. Dal 1998 ha svolto attività didattica presso scuole di musica quali il C.A.M. di Firenze, la Blue Note, l’ Athenaeum Musicale. In qualità di cantante: ha studiato canto a partire dal 1996 inizialmente con esponenti della scuola jazzistica fiorentina (Titta Nesti, Stefania Scarinzi) e, in seguito, con la Prof. Liliana Poli e infine con Francesca Della Monica. Ha seguito inoltre seminari di tecnica e interpretazione (con Tiziana Ghiglioni, Sheila Jordan, Joe Estill di Voice Kraft).

Luigi Gagliardi, cantante, chitarrista e compositore, ha insegnato stabilmente o come freelance in molte scuole e Istituti tra le quali la Scuola Lizard di Fiesole, l’Istituto Mascagni di Livorno, la Scuola di musica di Sesto Fiorentino e la Monash University. Insegna attualmente presso la Suola comunale Verdi e la scuola statale Marcolo Polo di Prato e la Blue Note di Campi Bisenzio. Ha pubblicato per la casa editrice Bèrben, “La Chitarra Ritmica (jazz, rock, blues)”, e ha collaborato con riviste specializzate (Chitarre e Guitar Club). Ha suonato in vari gruppi tra i quali il quartetto di chitarre “GUITAR CONSORT”, il gruppo di musica etno-celtica “De Pookan”, il gruppo di flamenco EL TABLAO e l’orchestra di chitarre “GUITAR SYMPHONIETTA”, diretta dal maestro Leo Brouwer, con la quale ha suonato per la RAI ed ha partecipato alla realizzazione di un CD collaborando con la cantante Fausta Vetere. Ha vinto una borsa di studio (sovvenzionata dalla CEE e dalla Regione Umbria) per un “Corso per Arrangiatori” organizzato dal CET (Centro Europeo di Toscolano) di Mogol. Suona attualmente con il duo FLAMINGO ROAD e il gruppo latin-funky-jazz Pimenta e collabora da alcuni anni con David Joyce, versatile musicista dell’area di Los Angeles e attuale tastierista di Burt Bacharach. Ha partecipato a molti progetti discografici e ha recentemente pubblicato il libro-cd “Chi vuol esser lieto sia. Toscana, un racconto in musica.” oltre a collaborare attivamente con la rivista Toscana Folk. È inoltre fondatore e direttore artistico dell’Istituto Toscano per la musica e per l’arte e collabora come direttore musicale con l’associazione Arcoiris. e-mail gagliardilui@gmail.com

Altre serate-evento in programma

 

Venerdì 03 Maggio 2019, ore 21:00

Omaggio a Odoardo Spadaro

con Elena Giannarelli e Luigi Gagliardi (chitarra)