+39 055 6814309 info@affratellamento.it
febbraio 19, 2019
5:00 pm
febbraio 26, 2019
5:00 pm
marzo 19, 2019
5:00 pm
marzo 26, 2019
5:00 pm
aprile 2, 2019
5:00 pm
aprile 16, 2019
5:00 pm
aprile 30, 2019
5:00 pm

L’Affratellamento propone un ciclo nuovo incontri

IERI E OGGI, UNO SGUARDO SULL’AFRICA

a cura di 

UGO BARLOZZETTI
MARGARETHA PUPP e LUIGI MANNELLI

PROGRAMMA

Martedì 19 Febbraio 2019 ore 17:00

presentazione del libro di Ian Campbell

IL MASSACRO DI ADDIS ABEBA.
UNA VERGOGNA ITALIANA

 

Martedì 26 Febbraio 2019 ore 17:00

L’AFRICA DEL FRANCO CFA

 

Martedì 19 Marzo 2019 ore 17:00

IL DRAMMA DELLA REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO
LUNGO OLTRE MEZZO SECOLO E 20 MILIONI DI MORTI  

 

Martedì 26 Marzo 2019 ore 17:00

RUANDA E BURUNDI
TRA GENOCIDIO E COLPI DI STATO

 

Martedì 02 Aprile 2019 ore 17:00

LE LUNGHE GUERRE DELL’AFRICA AUSTRALE

 

Martedì 16 Aprile 2019 ore 17:00

INTRODUZIONE ALLE COMPLESSE VICENDE
DELLE EX COLONIE INGLESI

 

Martedì 30 Aprile 2019 ore 17:00

IL CORNO D’AFRICA


INGRESSO LIBERO

TEATRO L’AFFRATELLAMENTO, Via Giampaolo Orsini 73 • Firenze

 

Dal 19 Febbraio al 30 Aprile 2019, ore 17:00 inizia il ciclo di conferenze-incontri promosso dalla Società Ricreativa L’Affratellamento di Ricorboli, a cura di Ugo Barlozzetti in collaborazione con Margaretha Pupp e il presidente dell’Affratellamento Luigi Mannelli.

Obiettivo del ciclo di sette incontri che si terranno a L’Affratellamento (via Giampaolo Orsini, 73 – Firenze) è quello di conoscere le radici storiche contemporanee dell’Africa, degli ultimi decenni che oggi portano a una comprensione più consapevole delle cause dei fenomeni globali d’immigrazione, e non solo.

Lo scopo è di cercare di dare altri strumenti e altre risposte alle domande e alle emozioni che l’immesso continente africano, da sempre limitrofo e unito alle nostre coste mediterranee, con necessaria urgenza reclama negli ultimi anni. Conoscere meglio la geografia spaziale e cronologica del complesso e spesso terribile percorso seguito dai flussi migratori, i conflitti formali e informali, i territori e i confini che li attraversano, le primavere e gli inverni roventi, le crisi climatiche, demografiche, sanitarie, economiche… una realtà e una Storia che non ci si può più permettere di continuare a ignorare.